STEFANIA + ANDREA -2481Ciao futura sposa!

Nell’articolo di oggi e nei prossimi 2 che pubblicherò tra qualche giorno voglio svelarti le 3 tecniche che utilizzo prima e durante ogni matrimonio per entrare in sintonia con te ed il tuo ragazzo e quindi riuscire a catturare le tue vere emozioni senza mai chiederti di metterti in posa, raccontate con il mio stile moderno e minimale.

Più che delle vere e proprie “tecniche” sono degli escamotage che con il tempo e la pratica ho messo appunto per fare in modo che tu ed il tuo fidanzato vi sentiate assolutamente a vostro agio con me e quindi riusciate ad essere completamente voi stessi quel giorno, anche di fronte alla macchina fotografica, che a volte si sa, rischia di mettere un po’ in soggezione.

Quando lavoro non sono assolutamente invadente, ma la storiella del: “sarò invisibile, sarò come un fantasma, non mi noterete mai, ecc ecc” è davvero poco credibile in quanto io credo che si può sempre essere dentro la scena rimanendo discreti e con un profilo basso; tu saprai che ci sono, ma il fatto che tu sappia che io sono presente non ti metterà nella situazione di sentirti invasa nel tuo spazio; anzi, sarò un modo per darti ulteriore sicurezza e garanzia.

Dedicami e dedicati 5 minuti per leggere questo articolo e scoprirai cosa intendo.

Ti ho appena detto che mentre lavoro potrà capitare che tu ti accorga di me, ma il mio scopo è fare in modo che ciò che vedrai non sia “il fotografo” bensì una persona, un amico, che hai imparato a conoscere e con il quale sarai completamente a tuo agio e che quindi, quel giorno, potrà girare liberamente senza che tu non dia minimamente peso alla cosa.

Magari ogni tanto mi noterai; ma per te non sarà una presenza scomoda, anzi, l’esatto contrario!

L’insieme di questi 3 escamotage portano al risultato di essere visto dai tuoi occhi come un amico, una persona fidata, qualcuno che hai imparato a conoscere e con cui hai molto in comune, e che quindi, anche se ti sta fotografando ti fa essere sempre e comunque te stessa perché completamente a proprio agio.

Prima di svelarti la prima delle mie 3 tecniche devi sapere infatti che per me la cosa più importante è quella di entrare quanto più possibile in sintonia con te ed il tuo fidanzato prima del matrimonio.

Contrariamente a quel che puoi pensare io sono convinto che la fase più delicata di un servizio fotografico sia il periodo pre – cerimonia ossia, non tanto lo scattare le foto il giorno del matrimonio, quanto piuttosto il saper creare un rapporto di sintonia prima di quest’ultimo, al fine di rendere poi il servizio in se stesso più facile e “sciolto” per me e per te ed il tuo ragazzo (futuro marito).

DF2_8583

Ci sono fotografi che lavorano stile “catena di montaggio”, fanno cioè una coppia di clienti dietro l’altra dando a tutti la medesima (poca) importanza.

Per questo genere di fotografi i clienti sono solo clienti, ossia banconote che camminano e che una volta firmato il contratto non sentono più fino al giorno prima del matrimonio.

Non è raro che ci siano fotografi infatti che nemmeno vedano la coppia fino al giorno stesso delle nozze.

Nulla di più lontano e diverso dal mio modo di lavorare.

“Come faresti mai a sentirti a tuo agio con qualcuno che vedi per la prima volta in vita quel giorno e che hai sentito solo una o massimo due volte in tutta la tua vita e magari solo per mail o telefono ?”

“Riusciresti ad essere in sintonia con la persona che ha l’enorme responsabilità di raccontare le vere emozioni del tuo giorno se ogni volta che lo vedi ti ingessi e fai facce strane perché ti domandi chi sia quell’estraneo ?”

Tutto questo si rifletterà poi in modo tragico ed inevitabile sulle fotografie, perché le foto raccontano la realtà, e sarà una realtà che non ti piacerà assolutamente quando vedrai le foto per la prima volta perché ti vedrai sempre:

– ingessata

– a disagio

– per nulla spontanea

Come ti dicevo devi sapere che a differenza di questi “colleghi” per me la cosa più importante è instaurare con te ed il tuo fidanzato un rapporto che va oltre il semplice professionista \ cliente.

Lo sanno bene tutte le coppie che mi hanno già scelto in passato e con le quali ho tutt’oggi un bellissimo rapporto che con alcuni si è trasformato anche in vera e propria amicizia.

Schermata 2016-03-02 alle 10.53.20

Creare un rapporto più profondo per molti può essere rischioso perché inevitabilmente espone maggiormente il professionista verso il suo cliente ma io la penso diversamente.

Io non vendo un prodotto, vendo un servizio che si basa sul restituirti i ricordi più belli, reali ed emozionali legati al tuo matrimonio e quando si parla di emozioni si parla di persone, e credo fermamente che per poter vedere e catturare le tue emozioni devo poterti conoscere meglio ed entrare in sintonia con te ed il tuo futuro marito.

Se le foto le facesse veramente solo la macchina fotografica non avresti delle foto emozionali ma semplicemente delle immagini fredde, anonime e tecnicamente perfette.

Per fortuna però a fotografare è la persona e per scattare le foto che vedi qui sul mio sito non conta troppo la tecnica quanto il tempismo nel saper premere il pulsante al momento giusto.

Se non ti conoscessi abbastanza, sarebbe davvero difficile prevedere per tempo quel momento particolare in cui il tuo sguardo o il tuo sorriso sono quelli di emozione vera e quindi essere pronto a scattare; ed affidarmi “alla fortuna” non è certamente il mio modo di lavorare.

Ed ora, voglio finalmente svelarti il primo di questi 3 semplici trucchi che adotto sempre con i miei clienti per garantire il successo delle mie foto durante il matrimonio; voglio svelarteli così saprai perché ci tengo così tanto a conoscerti meglio se vorrai contattarmi e potrai poi vedere con i tuoi occhi come questo porterà a farmi scattare le foto più belle che tu possa immaginare di quel giorno così unico e speciale.

TECNICA NUMERO 1 – L’APPUNTAMENTO DI PERSONA SOLO DOPO AVERTI DETTO TUTTO DI ME

Clicca qui per andare al post.

AD MAIORA

Francesco

Comments